Trasformazione da Doppia a Monocorona

Questo pomeriggio abbiamo avuto sotto i ferri la Commencal Am Meta del nostro amico Giuseppe. L’intervento nel dettaglio comprendeva la conversione da doppia a Mono.

Si partiva da una base composta da:

  • Guarnitura Sram GPX con corone RaceFace Turbine 36T-26T
  • Pacco pignoni Shumano XT 11/36

Questo intervento riduce sensibilmente la demoltiplicazione dei rapporti ed è consigliato solo se può migliorare il rendimento nei propri percorsi d’allenamento e solo dopo averne verificato lo sviluppo metrico.

A tal proposito, nel caso della Commencal abbiamo ottenuto quanto richiesto. Riduzione del peso e passo più agile, seppur di poco. Ma in situazione di forte stress aiuta a fare la differenza.

Abbiamo installato un pacco pignoni Sunrace MX3 11/42 con doppio spider in Ergal e pignone esterno (42T) in alluminio. Questo pacco pignoni si differenzia dal fratello MS3 per il peso, la finitura dello spider e per il pignone da 42, che nel secondo caso è in acciaio come il resto dei pignoni. Vista la minima differenza di prezzo, consigliamo vivamente il modello MX.

Per la corona invece siamo rimasti in casa RaceFace con una Narrow Wide 30T anodizzata tonalità arancio.

Tornando ai numeri, per calcolare lo sviluppo metrico della vostra trasmissione basta applicare questa formula:

(M/P)C=Sviluppo Metrico

Dove M sta per il numero dei denti della corona, P per il numero dei denti del pignone e C per la circonferenza ruota.

Per facilitare l’operazione annotiamo tali valori per C

  • Ruota 26 pollici: 211,9cm
  • Ruota 27,5 pollici: 220,5cm
  • Ruota 29 pollici: 228,2cm

Nel nostro caso abbiamo quindi la rapportatura più agile della vecchia configurazione pari a:

(26/36)220,5=159,25

Mentre la nuova configurazione:

(30/42)220,5=157,5

Con questo intervento, come già accennato prima abbiamo ridotto il peso complessivo del mezzo, ridotto la manutenzione ordinaria su un cavo, una guaina, un manettino e un deragliatore. Ridotta la possibilità di impigliare erba e rametti nel deragliatore, risolto il problema della cambiata col fango e tante altre piccole noie.

È sempre valido passare al Monocorona?

Negli anni si è vista una notevole inversione di marcia più e più volte poiché le case produttrici di trasmissioni per MTB sono alla costante ricerca del metodo di cambiata più efficiente e versatile. Dalle vecchie 6×3 si è passati gradualmente alle 10×3 aumentando notevolmente il range di cambiata e utilizzo. L’avvento della doppia ha poi invertito la situazione, ancor di più il monocorona con le prime configurazione 1×10. Oggi però anche questa combinazione inizia a stare stretta, infatti è sempre più presente sugli allestimenti di serie la configurazione 1×11 o addirittura 1×12 per la fascia più alta di categoria che è andata ulteriormente a cambiare rotta aumentando nuovamente il numero totale di rapporti. Il consiglio è quello di affidarsi al calcolo dello sviluppo metrico descritto sopra oppure, se si ha l’occasione, provare su un tracciato già conosciuto una bici a noleggio o di qualche buon amico con la configurazione Mono.

Per oggi è tutto, speriamo di essere stati utili a qualcuno. Alla prossima pillola tecnica!

Sponsored By

administrator

Site & Forum Admin

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *